Firmato l’accordo per l’Asti Cuneo: la serietà paga

La notizia tanto attesa è arrivata il 5 luglio, in serata: il Ministro Delrio a Bruxelles ha firmato con il Commissario Ue per i Trasporti, Margrethe Vestager, l’accordo che combina una proroga delle concessioni autostradali con il finanziamento di numerose opere pubbliche nel nostro Paese: fra queste, anche il tratto mancante dell’Asti-Cuneo, per il quale il gruppo Gavio ha adesso le risorse per avviare i lavori il prima possibile. Si tratta di un risultato importante, al quale in questa legislatura il Pd ha lavorato alacremente per dare risposte ai cittadini.
Leggi tutto

Intervento per il DDL Lavoro Autonomo

Finalmente ci siamo, e spero mi perdonerete un po’ di emozione.
Abbiamo approvato oggi alla Camera il ddl che estende le tutele del lavoro dipendente a due milioni di lavoratori che finora ne sono stati esclusi. Potrei parlarvi per ore di ciò che c’è dentro questa legge, dai diritti delle donne all’indennità di disoccupazione, e del lavoro immenso, profondo, che c’è alle spalle. E di chi c’era, c’è e ci sarà, a lottare da questa parte.
Oggi alla Camera ho provato a spiegare quanto tutto questo è e sarà importante per due milioni di lavoratori.
Grazie a tutti quelli che ci hanno lavorato e che ci hanno creduto e grazie a Davide Imola per essere stato ispiratore e maestro per tutti noi.

Intervento sulla fiducia al governo Gentiloni

Il Parlamento ha da poco votato la fiducia al nuovo governo Gentiloni, che segue le onorevoli (e inusuali) dimissioni di Matteo Renzi.
Sulla funzione e durata di questo governo, che nasce per tenere fede ai principali impegni nazionali – tra cui la ricostruzione post terremoto e post alluvione – ed internazionali, ho parlato nel corso del mio intervento in Aula. Credo che la fase che si è aperta debba essere assunta con gran serietà, con precisi limiti ed obiettivi. Tra questi, la modifica della legge elettorale richiesta dalle minoranze risultate vincitrici al Referendum, per poi andare quanto prima al voto.

Una manovra per lo sviluppo e il lavoro (anche autonomo)

Come vi accennavo, numerosi e rilevanti sono gli interventi che riguardano il lavoro e lo sviluppo, strettamente legati. Con questa legge di Bilancio l’obiettivo è infatti dare una chance a chi ci prova e tendere una mano a chi non ce la fa. Per questo, tra i punti che ho piacere di sottolineare, ci sono quelli che riguardano queste materie. E anche un contributo, credo importante, per le donne, arrivato con un emendamento a mia prima firma. Leggi tutto

“DOPO DI NOI” PER DISABILI E FAMIGLIE: FINALMENTE E’ LEGGE!

La Camera ha approvato in via definitiva la legge su “Dopo di noi”. Le persone disabili potranno ora contare su continuità della cura, assistenza e qualità di vita anche dopo la morte dei genitori. Una vera rivoluzione nelle politiche sociali che prevede politiche di aiuto concreto e misure integrate: il disabile sarà così al centro di un progetto individuale che parte con la progressiva presa in carico già durante la vita dei genitori e con il suo pieno coinvolgimento nelle scelte di vita. Un traguardo importante verso un welfare più moderno, che colma una lacuna e restituisce serenità, autonomia e inclusione sociale. Una legge nata dal basso e dalle esperienze concrete: ne avevamo parlato a Borgo San Dalmazzo poche settimane fa, raccogliendo tante testimonianze e sollecitazioni a fare presto.
Ora, sono felice che tutto questo, dopo tanto lavoro, sia realtà.

Ecco le principali novità che introduce la legge:

  • la cancellazione dell’imposta di successione e donazione per i genitori, ad esempio per la casa di proprietà;
  • la riduzione di aliquote e franchigie e le esenzioni per l’imposta municipale sugli immobili; l’innalzamento dei parametri sulla deducibilità per le erogazioni liberali e le donazioni;
  • la detraibilità delle spese per le polizze assicurative, con l’incremento da 530 a 750 euro della detraibilità dei premi per le assicurazioni sul rischio morte.
  • l’istituzione presso il  ministero del Lavoro del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare, con una dotazione di 90 milioni di euro per quest’anno, 38,3 milioni per il 2017 e 56,1 milioni annui dal 2018 in poi.
  • l’introduzione dell’istituto giuridico del trust, per salvaguardare il patrimonio da utilizzare per il figlio;

Con quattro linee guida a supporto di: soluzioni abitative o gruppi-appartamento che riproducano le condizioni della casa familiare; interventi per la permanenza temporanea in una soluzione abitativa extrafamiliare per far fronte a eventuali situazioni di emergenza; forme innovative di residenzialità, come le soluzioni alloggiative di tipo familiare e di co-housing, con sostegno al pagamento degli oneri di acquisto, locazione, ristrutturazione, e alle forme di mutuo aiuto; accrescimento di consapevolezza, abilitazione e sviluppo delle competenze per una gestione autonoma della vita quotidiana.

Aggravante di negazionismo: la mia dichiarazione di voto finale per il Gruppo PD

Nella serata di ieri, sono intervenuta in aula per annunciare il voto favorevole del Gruppo PD alla aggravante di negazionismo. Una legge che aiuta una battaglia che è innanzitutto culturale, etica e politica. Potete riascoltare l’intervento qui.