Tag Archives: reati ambientali

Rete protezione ambientale: sì definitivo alla legge

Sappiamo che l’’Italia ha più di altri il compito di essere all’avanguardia in Europa per la lotta ai reati ambientali. Il sì definitivo alla riforma delle Agenzie ambientali, cha abbiamo dato alla Camera, va in questa direzione.
Una legge per un nuovo e più moderno sistema dei controlli ambientali, che prevede il riordino delle strutture di monitoraggio, il loro potenziamento, la costruzione di un Sistema a rete per lo scambio di informazioni e direttive tecniche, la definizione di livelli minimi di prestazione tecnica ambientale uguali sul territorio, un sistema di laboratori a rete per creare poli di specializzazione. Si tratta di condizioni necessarie non solo per contrastare l’illegalità ambientale, ma per tutelare le imprese più innovative e per garantire al nostro Paese uno sviluppo di qualità, garantendo maggiore omogeneità e certezza per i cittadini e per le imprese su tutto il territorio nazionale. Insieme alla legge sugli ecoreati approvata un anno fa, con questo provvedimento si creano le precondizioni necessarie per aprire in un quadro di garanzie condivise un ragionamento serio sul fronte della semplificazione delle procedure anche in campo ambientale.
Tutti i dettagli, si possono trovare nel dossier che abbiamo preparato (file pdf).

Una legge sui reati ambientali

La Camera dei deputati ha approvato in terza lettura il testo unificato delle proposte di legge AC 342 e abbinate-B, che introduce nuovi delitti a salvaguardia dell’ambiente.
L’intervento incide sul vigente apparato normativo, che sanziona prevalentemente la lesione dell’ambiente con contravvenzioni e sanzioni amministrative previste dal Codice dell’ambiente (D.lgs. 152 del 2006).
Il provvedimento passa ora nuovamente al Senato, essendo stata eliminata in Aula la norma – inserita nel precedente passaggio al Senato – riguardante il reato di ispezione dei fondali marini con la tecnica dell’air gun o altre
tecniche esplosive per le attività di ricerca e la coltivazione di idrocarburi, tema che necessita una discussione più approfondita (anche per la necessità di un raccordo con la normativa europea) e sulla quale il Governo ha già promesso il suo impegno.
Qui (file pdf) è possibile consultare un dossier riepilogativo.