Tag Archives: precarietà

La Dis-Coll entra nel ddl autonomi, estesa anche ai precari della ricerca

Doppio impegno in questo mese di febbraio per la DIS-COLL, l’indennità di disoccupazione per i co.co.co.: dapprima sul decreto milleproroghe, per garantirne l’estensione fino a giugno; poi sul DDL lavoro autonomo, in discussione in queste settimane in Commissione Lavoro alla Camera. – Continua a leggere
Il 23 febbraio la Camera ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto mille proroghe. Una settimana prima, al Senato, ha rischiato di essere dimenticata una norma alla quale ho lavorato molto negli ultimi anni: l’indennità di disoccupazione per i co.co.co., che non godono di nessun altra tutela in caso di licenziamento o scadenza del contratto. Grazie ai tanti richiami verso il Governo da parte mia e di colleghi del Pd, l’emendamento in proposito è stato approvato e il governo ha proposto la stabilizzazione di questo sussidio attraverso il ddl lavoro autonomo.
Il 28 febbraio, in Commissione Lavoro, abbiamo votato e approvato l’emendamento che rende stabile per sempre la DIS-COLL, e la estende ai precari della ricerca. Sul tema avevo presentato, già a maggio dell’anno scorso, una risoluzione in Commissione, che però non era mai stata calendarizzata. Sono felice che oggi si riesca a dare un sostegno anche a dottorandi, assegnisti e ricercatori che non avevano mai goduto di ammortizzatori sociali. La ricerca è lavoro, e come tale deve essere tutelata
Ecco qui un dossier con tutte le informazioni sul decreto mille proroghe (file pdf).

A proposito di voucher

Un dato su tutti ha riempito le pagine dei giornali a partire dal mese di dicembre: 121 milioni di voucher. Un numero enorme ma mai paragonato ad altro se non a sé stesso, usato spesso in modo strumentale. Un dato su cui dobbiamo riflettere con molta serietà. In Commissione lavoro stiamo ascoltando le parti sociali e la ricostruzione seria e razionale ci aiuta ad avere l’equilibrio necessario per fare un lavoro utile e non demagogico. Il tema di fondo, che non riesce mai ad entrare nella discussione vera è il costo del lavoro. Di questo dobbiamo farci carico, e su questo mi auguro si possa lavorare e approfondire come partito innanzitutto. Occorre imparare dalla vicenda voucher, e non demonizzarla: quando pure i sindacati dichiarano di usarli per mancanza di alternative, significa che serve meno strumentalità e più rigore.
Leggi tutto

Voucher lavoro: introdurre la tracciabilità

Limitare l’uso dei voucher e introdurre la tracciabilità. È quanto abbiamo chiesto al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, durante un recente Question time. Il rischio è che attraverso questo sistema ritornino forme nascoste di precarietà, ridotte grazie al Jobs Act.
Leggi tutto

Dall’Inps dati positivi per il lavoro, ora proseguire sulla stabilizzazione

ROMA (ITALPRESS) – “I dati dell’Inps forniti oggi non sono piu’ una anticipazione, una previsione o una semplice speranza. L’Istituto fotografa una prima certezza: negli ultimi 11 mesi e’ diminuito il precariato ed e’ cresciuto il lavoro stabile, anche per i giovani. Per questi ultimi, si legge, l’incidenza dei rapporti di lavoro ‘stabili’ sul totale e’ passata dal 24,5 per cento del 2014 al 31,3 per cento del 2015. Si tratta del primo segnale consolidato che arriva su questo fronte, per un Paese in cui la disoccupazione giovanile resta una emergenza nazionale. Anche per questo, e’ importante proseguire senza abbassare la guardia (ad esempio sui voucher)”. Lo ha detto Chiara Gribaudo vice presidente del gruppo Pd alla Camera. “Nel complesso – prosegue Gribaudo -, di fronte a quasi mezzo milione di nuovi contratti a tempo indeterminato, il giudizio non puo’ che essere positivo e rafforzare il nostro impegno per uscire dalla crisi con maggiore e migliore occupazione. Non c’e’ dubbio che buona parte del merito sia da attribuire agli interventi del Jobs Act e alle decontribuzioni: anche per questo in Parlamento ci siamo impegnati prima per migliorare le norme e poi per prorogare gli incentivi. Non dimentichiamoci infine che i numeri di oggi riguardano principalmente i dipendenti, e non vi rientra pertanto tutto il mondo del lavoro autonomo e professionale. Visti allora questi primi esiti stabili della riforma del mondo del lavoro, confido che arrivi presto il ‘Jobs Act degli autonomi’ gia’ annunciato dal Governo e che possa generare anche per loro risultati altrettanto positivi”.

28 marzo, Savona: Precarietà, partite iva e posto fisso: quale lavoro per i giovani oggi?

2015.03.28_Savona-Formazione-programma
L’incontro, organizzato all’interno del convegno “Savona in formazione” dall’Associazione Lavoro&Welfare, si terrà sabato 28 marzo alle 14,30, a Savona presso la sede S.P.E.S – Campus Universitario, Pol. Branca Via Armando Magliotto 2 [vedi mappa]
Interverranno: Giorgio D’errico (Resp. Giovani Lavoro&Welfare), Chiara Gribaudo (Deputata PD Commissione Lavoro Camera) e Andrea Dili (Portavoce Associazione XX Maggio).

Jobs Act: i primi due decreti legislativi

Un nuovo e più flessibile contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, nuove regole sui licenziamenti, il potenziamento e l’allargamento della rete di ammortizzatori sociali: sono i pilastri su cui si reggono i primi due decreti legislativi varati dal Governo, che danno attuazione alle prime due deleghe della Legge n.183/2014, nota come Jobs Act.
Qui (file pdf) è possibile leggere un dossier riassuntivo.

Decreto ILVA

Questo decreto-legge costituisce un passaggio ulteriore, dopo quelli degli ultimi tre anni, per mettere in sicurezza l’attività produttiva e l’occupazione negli stabilimenti Ilva oltre che per convogliare consistenti risorse sul più grande polo siderurgico europeo.
Il provvedimento fissa le linee guida per il futuro dell’Ilva e per il risanamento ambientale dell’area.
Il Commissario di ILVA S.p.A. è a questo proposito autorizzato a contrarre finanziamenti per un ammontare complessivo fino a 400 milioni di euro, assistiti dalla garanzia dello Stato.
Per la tutela dell’indotto sono previste diverse misure in favore delle piccole e medie imprese, tra cui quelle dell’autotrasporto, come la sospensione dei termini per i versamenti dei tributi erariali o delle procedure esecutive e cautelari relative a tali tributi.
Qui (file pdf) è possibile leggere un dossier riassuntivo.

La riforma del lavoro: il Jobs Act

Il disegno di legge dell’Esecutivo, approvato in seconda lettura dalla Camera, contiene cinque deleghe legislative al Governo per intervenire su diverse materie nel settore del lavoro.
Qui (file pdf) è possibile consultare un breve dossier.