Tag Archives: macroregionale alpina

27/02 al Filatorio di Caraglio: opportunità e prospettive della macroregione alpina “Eusalp”

eusalp_web
Le malattie d’Europa oggi si chiamano divisione, egoismo e solitudine. Accrescono le diseguaglianze sociali e quelle tra territori, avvantaggiando i più forti e lasciando indietro i più deboli. Le conosciamo bene anche qui nelle #Alpi: mentre regioni più ricche del nord-ovest europeo si organizzavano per farsi valere, usando così al meglio i fondi comunitari, noi restavamo divisi dai confini nazionali, regionali, comunali o dagli spartiacque tra le valli.
 
Abbiamo grandi ricchezze, lo sappiamo: ambientali, paesaggistiche, economiche e culturali. L’unico modo per farle fruttare, a vantaggio di tutti, è mettersi insieme di più e meglio. A questo serve la strategia #EUSALP. Non a creare nuova burocrazia; non a promettere nuove risorse, salvo usare poco e male quelle che già ci sono; non ad imporre dall’alto politiche inefficaci. Ma a stimolare dal basso, in maniera più coordinata e con obiettivi più chiari le vie concrete per costruire – qui ed ora – un futuro di lavoro, benessere e sostenibilità.
 
Ieri l’Italia ha provato a scuotere l’Europa con il documento di Renzi e Padoan. La parola chiave, a partire dal titolo, è “shared’”. Che sia proprio la condivisione la chiave per lo sviluppo anche delle Alpi? Vogliamo che le nostre montagne tornino a creare sviluppo dall’essere la “cerniera al centro dell’Europa” che ben prima di Schengen, nella sua storia millenaria di scambi e contaminazioni, oltrepassava i confini che oggi crediamo ci dividano?
 
Per ragionarci insieme, ci vediamo sabato al Filatoio Rosso di Caraglio [vedi mappa], a partire dalle ore 10. Vi aspetto!

3/02 L’EUSALP “SBARCA” A ROMA: LA STRATEGIA UE E IL RUOLO DELL’ITALIA

IMG_2016-02-24 16:33:38

Oggi pomeriggio, portiamo il lavoro su ‪#‎Eusalp‬ iniziato sabato scorso a Caraglio alla Camera dei Deputati. Un momento di respiro nazionale che abbiamo fortemente voluto, per ragionare il futuro non solo delle Alpi. Perché siamo convinti che questa sia una questione cruciale per l’Italia, insieme ad una imperdibile occasione di sviluppo per le regioni coinvolte (a cui spetterà un grande ruolo, ancora tutto da costruire). E’ qui, dopotutto, che il nostro Paese trova “l’aggancio” con l’Europa, non solo ideale ma anche fisico. Ed è qui che si può costruire un laboratorio politico d’avanguardia, coerente con le parole d’ordine sulla crescita, la condivisione e gli investimenti che il Governo italiano sta promuovendo in queste settimane a Bruxelles. Un modo per riportare nei fatti verso Sud il baricentro delle risorse e delle decisioni, insieme quello della cooperazione e della progettualità. L’Europa, vista dai territori, appare ancora prigioniera dei suoi vincoli, mentre deve tornare a liberare le sue (e le loro) energie migliori. Un’Europa che torni ad essere vissuta – in primis dai cittadini – come l’opportunità per rilanciare anche qui un futuro di lavoro e benessere, in un’ottica più equa e sostenibile. Anche per questo, siamo convinti che l’impegno della sinistra italiana e del PD dovrà essere massimo, e abbiamo coinvolto insieme i rappresentanti delle regioni, del partito, del Governo, delle associazioni, del parlamento nazionale e di quello europeo.

Alle 14.30 ne ragioneremo quindi con Mercedes Bresso (che del progetto è relatrice al PE), il capogruppo Ettore Rosato, i sottosegretari agli Affari regionali Bressa e agli esteri Della Vedova, Sergio Chiamparino, Chiara Braga, Enrico Borghi e numerosi rappresentanti delle regioni. Le conclusioni della nostra mattina, saranno affidate alla vicesegretaria PD, Debora Serracchiani.

Via alla strategia macroregionale alpina “Eusalp”. A Valdieri un incontro su come cambia la montagna

La Commissione Europea ha recentemente dato il via libera al piano d’azione per la Strategia macroregionale alpina Eusalp. Un’importante occasione per le comunità alpine che, per la prima volta, saranno oggetto di specifiche politiche comuni. Attesa per fine anno la ratifica del Vertice UE. Ma la nostra montagna vive anche una delicata fase di cambiamento: gli enti locali sono il fulcro di una profonda trasformazione che riguarda l’organizzazione dei servizi ai cittadini e le scelte per lo sviluppo socio-economico del territorio. A Valdieri, abbiamo provato a fare il punto in una serata di analisi e confronto aperta a tutti i cittadini e agli amministratori.  Nel dibattito, ho espresso la mia contrarietà alla riorganizzazione del servizio postale; ho anche proposto di destinare in futuro le risorse come per i “6000 campanili” ad un piano nazionale per la manutenzione delle strade di montagna.
Leggi tutto

Commissione UE, via alla strategia macroregionale alpina: “grande risultato, importante per crescita e sviluppo”

Nella giornata di ieri, la Commissione Europea ha dato il via libera al piano d’azione per la Strategia macroregionale alpina Eusalp.

“E’ un grande risultato, che apre importanti possibilità di sviluppo per le comunità alpine” ha dichiarato la Vice Capogruppo PD alla Camera, Chiara Gribaudo. “Per la prima volta, l’Europa riconosce le Alpi come un’ambiente unico e peculiare, sia per natura sia per cultura, che per questo sarà oggetto di politiche specifiche.” 
Leggi tutto