Tag Archives: Jobs Act autonomi

18/04 a Milano: con l’APCO parliamo di Statuto del lavoro autonomo e professionale

Schermata 2016-04-15 alle 10.16.37

Lunedì sarò a Milano ospite del convegno dell’APCO, per parlare di lavoro autonomo e in particolare delle “soluzioni di equità e competitività per i professionisti al servizio dell’economia della conoscenza”. Tra gli altri interventi, mi confronterò con il presidente della Commissione Lavoro del Senato, Maurizio Sacconi.

QUI tutte le info

11/04 a Padova: le nuove tutele per gli autonomi

padova1104

Lunedì sarò a Padova (ore 20.45 in sala Paladin in Municipio) insieme al Pd cittadino e alle colleghe deputate Vanessa Camani e Gessica Rostellato e al portavoce di Alta Partecipazione Andrea Dili. Parleremo insieme delle nuove tutele per gli autonomi e del futuro di questi lavoratori. Vi aspetto!

Ddl autonomi: sciogliere il nodo della previdenza

(ANSA) – ROMA, 5 APR – “In questi giorni, le pensioni sono giustamente al centro dell’attenzione. Per affrontare i problemi con lungimiranza, occorre che il lavoro autonomo sia il secondo fuoco del ragionamento”. Cosi’ Chiara Gribaudo, vicecapogruppo Pd a Montecitorio. “Per rispondere alle istanze di questo mondo – spiega – il Ddl collegato alla Stabilita’ attualmente al Senato e’ un ottimo punto di partenza. Ma, se si vuole cogliere davvero l’opportunita’ di migliorare le condizioni di lavoro e di vita di quasi 2,5 milioni di persone, alcune norme possono essere migliorate. Soprattutto, occorre sciogliere il nodo previdenziale. In primo luogo, e’ utile chiarire che il diritto ai congedi parentali sia riconosciuto anche ai papa’, oltre che alle mamme, e aggiungere che l’equiparazione della degenza domiciliare a quella ospedaliera si applichi a tutte le malattie gravi e non soltanto a quelle oncologiche”. “Ma soprattutto – prosegue – occorre un intervento deciso sul regime previdenziale dei professionisti, tanto sulla gestione separata INPS come sulle casse di previdenza private. Sulla prima, possiamo finalmente andare oltre al semplice blocco dell’aumento dell’aliquota contributiva al 33% e avviare la riduzione progressiva al 24%, lasciando liberta’ ai singoli di effettuare versamenti volontari maggiorati. Sugli enti previdenziali privati, invece, va finalmente superato l’odioso meccanismo della ‘doppia tassazione’, liberando cosi’ risorse da destinare a misure di welfare specifiche per le esigenze dei professionisti.” “Il Governo, con il Sottosegretario Tommaso Nannicini, si e’ gia’ dimostrato sensibile e aperto al dialogo. Sono certa che il buon lavoro svolto sin qui possa continuare”, ha concluso.

Un mio contributo sul lavoro autonomo, nella rivista L&W

Rivista22-2015

E’ appena uscito il nuovo numero della rivista di Lavoro & Welfare, dedicato al lavoro autonomo. All’interno, a pag. 5 trovate anche un mio contributo dal titolo “Oltre la fragilità”, in cui ripercorro brevemente le ragioni e le tappe di questi anni, che devono ora trovare applicazione nelcosiddetto  Jobs Act per gli autonomi.

Se vi va, potete leggerlo a questo link

06/02 a Torino: “Il welfare delle partite IVA”

 

LW-WinterPiemonte-728x1024

Questo sabato 6/02 alle 11.30 intervengo alla Winter School dell’associazione Lavoro & Welfare che si tiene a Torino, alla Fabbrica delle E. Ragioneremo sul welfare delle partite IVA.

Qui il programma completo e il link per iscriversi http://goo.gl/forms/2KpXG4g7NJ

Dall’Inps dati positivi per il lavoro, ora proseguire sulla stabilizzazione

ROMA (ITALPRESS) – “I dati dell’Inps forniti oggi non sono piu’ una anticipazione, una previsione o una semplice speranza. L’Istituto fotografa una prima certezza: negli ultimi 11 mesi e’ diminuito il precariato ed e’ cresciuto il lavoro stabile, anche per i giovani. Per questi ultimi, si legge, l’incidenza dei rapporti di lavoro ‘stabili’ sul totale e’ passata dal 24,5 per cento del 2014 al 31,3 per cento del 2015. Si tratta del primo segnale consolidato che arriva su questo fronte, per un Paese in cui la disoccupazione giovanile resta una emergenza nazionale. Anche per questo, e’ importante proseguire senza abbassare la guardia (ad esempio sui voucher)”. Lo ha detto Chiara Gribaudo vice presidente del gruppo Pd alla Camera. “Nel complesso – prosegue Gribaudo -, di fronte a quasi mezzo milione di nuovi contratti a tempo indeterminato, il giudizio non puo’ che essere positivo e rafforzare il nostro impegno per uscire dalla crisi con maggiore e migliore occupazione. Non c’e’ dubbio che buona parte del merito sia da attribuire agli interventi del Jobs Act e alle decontribuzioni: anche per questo in Parlamento ci siamo impegnati prima per migliorare le norme e poi per prorogare gli incentivi. Non dimentichiamoci infine che i numeri di oggi riguardano principalmente i dipendenti, e non vi rientra pertanto tutto il mondo del lavoro autonomo e professionale. Visti allora questi primi esiti stabili della riforma del mondo del lavoro, confido che arrivi presto il ‘Jobs Act degli autonomi’ gia’ annunciato dal Governo e che possa generare anche per loro risultati altrettanto positivi”.