Tag Archives: infrastrutture

Le infrastrutture del Cuneese

Dopo le buone notizie sull’Asti Cuneo, nel mese di luglio si sono moltiplicate le iniziative per condividere le scelte in merito alla riapertura del cantiere del Tenda bis, ai lavori della Cuneo-Nizza e su altre infrastrutture strategiche per la nostra provincia.
Nel frattempo, ho presentato alla Camera un’interrogazione sulle condizioni della SS21 della Maddalena, bisognosa di manutenzione e di interventi strategici contro le valanghe.
Leggi tutto

Infrastrutture, incontro col Ministro Delrio: importanti risposte per il cuneese e le valli

20160203031625

Roma, 03 FEB – “Insieme al Ministro, abbiamo analizzato i dossier piu’ urgenti in materia di viabilita’ e trasporti nella provincia di Cuneo. Importanti e concreti i messaggi che abbiamo raccolto. Tra questi, riguardo alla variante di Demonte sulla SS21, il Ministro ha innanzitutto assicurato che il progetto dell’Anas e’ finalmente pronto e sara’ presentato a breve, entro un paio di mesi. Questa sara’ la base su cui si potra’ aprire il dialogo con gli Enti Locali per arrivare presto alla soluzione piu’ efficace nell’interesse di cittadini ed imprese.” Lo dichiarano la vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Chiara Gribaudo, che questa mattina ha incontrato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, con una rappresentanza dei deputati della provincia di Cuneo composta da Mino Taricco, Patrizia Manassero, Giovanni Monchiero e dal neoministro agli Affari regionali, Enrico Costa. “Anche per quanto riguarda l’autostrada Asti-Cuneo – proseguono i deputati – il Ministero e’ al lavoro per trovare un accordo con il concessionario che risponda alle esigenze rappresentate dalle amministrazioni e dalle imprese. Obiettivo: arrivare in tempi brevi ad un progetto che sia sostenibile dal punto finanziario e funzionale per lo sviluppo del territorio.” “Il ministro ha fatto sapere che c’e’ quindi piena disponibilita’ del Ministero perche’ l’opera non rimanga incompiuta. Da parte del concessionario ci aspettiamo altrettanta disponibilita’ a rispettare gli impegni assunti. Entro fine marzo, quindi in tempi davvero stretti, attendiamo le prime risposte. Potrebbe essere l’occasione per rivederci in provincia di Cuneo, aggiungono i deputati. “Non possiamo che dirci soddisfatti e ringraziare nuovamente il Ministro per la rapidita’, per l’attenzione e per la concretezza dimostrata. Oggi l’isolamento dietro cui in passato ha vissuto la provincia di Cuneo davvero non c’e’ stato. Attendiamo fiduciosi gli sviluppi continuando a tenerci in stretto contatto con Ministero e territorio per favorire le migliori soluzioni”, concludono i deputati.

Trasporti in provincia di Cuneo, lettera al Min. Delrio

Abbiamo scritto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, per chiedere in tempi brevi un incontro a Roma aperto anche a tutti i deputati della maggioranza.

Nella lettera, abbiamo voluto raccogliere e le istanze arrivate negli scorsi mesi da amministratori, cittadini e imprese, e fare nostra la richiesta di attenzione per il nostro territorio.

E’ indispensabile infatti iniziare a mettere in campo le risposte che per troppo tempo mancano o ritardano. L’esempio più lampante è quello dell’autostrada Asti-Cuneo, ma ve ne sono anche altri che abbiamo intenzione di trattare al tavolo col Ministro.

Sappiamo che Graziano Delrio è un interlocutore sensibile ed attento, specialmente alle questioni del trasporto locale e pendolare. Il nodo da affrontare, per noi, è allora definire un vero e proprio piano d’azione, per assicurare il completamento in tempi rapidi e certi delle opere in corso e, nel complesso, per portare qui investimenti reali. Obiettivo, iniziare a colmare il gap che ad oggi pesa sulla vita e sulla competitività del nostro territorio.

Piccoli comuni: 100 milioni per i nuovi interventi infrastrutturali, aperto l’invio delle richieste

Qualche info utile per i piccoli comuni: il 28 aprile è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Convenzione tra Ministero dei Trasporti e Anci per i “Nuovi progetti di intervento” per i piccoli Comuni: 100 milioni di euro per progetti di opere infrastrutturali nei Comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, in attuazione dell’articolo 3 dello Sblocca Italia.
A valere dalla data di pubblicazione, dalle ore 9.00 del 13 maggio gli enti interessati potranno procedere all’invio delle richieste. La priorità è stata assegnata agli interventi volti alla qualificazione e manutenzione del territorio, mediante recupero e riqualificazione di volumetrie esistenti e di aree dismesse, nonché alla riduzione del rischio idrogeologico; alla riqualificazione e all’incremento dell’efficienza energetica del patrimonio edilizio pubblico, nonché alla realizzazione di impianti di produzione e distribuzione di energia da fonti rinnovabili; alla messa in sicurezza degli edifici pubblici, con particolare riferimento a quelli scolastici, alle strutture socio-assistenziali di proprietà comunale e alle strutture di maggiore fruizione pubblica.
Sono finanziabili progetti da 100 mila a 400 mila euro. L’assegnazione delle risorse statali avverrà in base alle graduatorie definite in relazione alla consistenza dei piccoli Comuni per ogni Regione (previa assunzione da parte dell’Ente dell’impegno a procedere alla pubblicazione del bando di gara o della determina a contrarre entro il 31 Agosto 2015.)
Per approfondire, dal sito del Ministero [leggi].