Tag Archives: Immigrazione

Minori stranieri non accompagnati, una misura di civiltà

La legge per la tutela dei Minori stranieri non accompagnati, approvata definitivamente dalla Camera il 30 marzo 2017, servirà a tutelare tutti quei ragazzi e quelle ragazze che, arrivati in Italia da bambini o adolescenti, da oggi non potranno essere respinti alla frontiera, avranno servizi dedicati all’infanzia e per la loro identificazione prioritaria. Sono state modificate le norme relative alle indagini e alla ricongiunzione familiare.
La legge ha lo scopo di proteggere quei minorenni dal destino incerto, al quale andavano incontro venendo rispediti sulle coste dell’Africa o inseriti senza alcuna distinzione nelle strutture dedicate agli immigrati e ai richiedenti asilo.
Si tratta di una normativa all’avanguardia per i diritti umani, applaudita dall’ONU e importantissima nel confronto con i partner europei.
Per saperne di più

Una riflessione sul Brennero: chi sta “fuori”?

Italia-Austria: pensavamo potesse essere ormai solo un capitolo nei libri di storia, tra le Guerre di Indipendenza e il 1918, o il titolo di una domenica di calcio. Invece, lungo uno dei confini più simbolici degli ultimi secoli per noi e per l’Europa – uno di quelli che l’unione di Schengen aveva provato a cucire – da qualche giorno “si tagliano i guardrail”. Lo scopo? Erigere una barriera: non si capisce bene se per quelli che arrivano da fuori (i migranti in fuga) o da dentro (la destra xenofoba che, dopo aver stravinto il primo turno delle presidenziali, ora incalza tutti).
Solo campagna elettorale? Peggio mi sento, se a condurla con simili azioni e iniziative legislative sono proprio Governo e Parlamento (oltre ai paventati controlli in territorio italiano, che Renzi ha fatto bene a rispedire al mittente, è stata appena votata la possibilità di dichiarare lo “stato di emergenza” non per calamità naturali o simili, ma anche se il numero dei migranti dovesse improvvisamente aumentare: i respingimenti saranno autorizzati al confine anche per chi proviene da Paesi in guerra come la Siria).
Non è più solo l’Europa ad Est – orfana del blocco sovietico e mai veramente adottata da un allargamento UE rimasto in superficie – a far emergere le fragilità che abbiamo a lungo sottovalutato. Si tornano così ad innalzare reti, a scavare faglie, a dislocare eserciti, ad alimentare il sospetto, la diffidenza e il solipsismo nel cuore del Vecchio Continente. Meglio, stavolta, prenderla seriamente.

Triton insufficiente, non possiamo stare solo a guardare. Servono strumenti degni di un paese civile. Firmata interrogazione al ministro Alfano

«Triton è assolutamente insufficiente, non basta. Lo dimostrano le oltre 330 vittime nell’ennesima, e temiamo non ultima, tragedia al largo di Lampedusa» ha dichiarato la deputata cuneese Chiara Gribaudo.

«Ho firmato una interrogazione, sostenuta da sessanta deputati del Pd, con cui abbiamo chiesto al ministro Alfano quali misure intenda adottare per assicurare efficaci operazioni di ricerca e salvataggio in mare, anche rilanciando l’impegno dell’Unione europea.»

«Di fronte a persone che scappano da guerre e persecuzioni, che rischiano e spesso perdono la vita nel tentativo di raggiungere le nostre coste, come si può restare solo a guardare? Servono risposte immediate e strumenti di intervento degni di un paese civile, che non si fermino al mero controllo delle frontiere.» ha concluso l’’On. Gribaudo.