Tag Archives: futuro

Burgo, Alstom e Buitoni, salvaguardare il lavoro

Casi diversi ma di pari importanza per il futuro dell’industria nel cuneese. Su tutti chiediamo l’attenzione del governo.
La Burgo di Verzuolo ha da poco comunicato l’intenzione di fermare la sua “linea 8”, iniziando così le procedure per il licenziamento di 143 dipendenti. Credo che un grande gruppo della carta, che fa della responsabilità sociale e ambientale i suoi biglietti da visita, sappia bene che disinvestire, alla lunga, è una scelta perdente. Ogni possibile soluzione e innovazione che permetta di recuperare posti di lavoro alla Burgo di Verzuolo deve avere l’attenzione che merita: questo è stato l’indirizzo adottato anche dalla Regione Piemonte e dell’Assessore Gianna Pentenero, che mercoledì 11 ottobre ha incontrato i vertici dell’azienda. Chiederemo l’attenzione del governo, così come già fatto per lo stabilimento Alstom di Savigliano. L’azienda francese sta procedendo alla fusione con il gruppo tedesco Siemens: ne verrà fuori il più grande gruppo europeo per la produzione di treni. Nell’accordo che si andrà a stringere fra i due, i 2700 operai italiani, molti dei quali impiegati a Savigliano e a Sesto San Giovanni, devono assolutamente essere salvaguardati. Sull’argomento, assieme al collega Taricco, abbiamo già presentato un’interrogazione parlamentare per sensibilizzare il Ministro Calenda.

Giovani che fanno: Nicola Facciotto, Kalatà – progetti per fare cultura, Mondovì

Questo numero parliamo di cultura: il racconto di Nicola Facciotto, fondatore e presidente di Kalatà – progetti per fare cultura, con sede a Mondovì.


Leggi tutto

Decreto vaccini

La Camera ha approvato in via definitiva la conversione in legge del decreto sui vaccini.
Qui [file pdf] trovate tutto ciò che c’è da sapere sulle nuove vaccinazioni obbligatorie. Purtroppo, su questo argomento, il volto peggiore della Rete è emerso in tutta la sua potenza.
Studi scientifici smentiti da anni che legano vaccini e autismo [post Facebook] sono stati diffusi come veri, notizie false hanno spaventato e aizzato migliaia di persone contro un decreto che mira solo a tutelare i bambini con deficienze nel sistema immunitario, che hanno bisogno dell’immunità di gregge per sopravvivere.
La tensione è arrivata a un punto tale da generare l’aggressione ai deputati del Pd [post Facebook] da parte dei manifestanti, il giorno del voto. Contro la delegittimazione della scienza e delle istituzioni, abbiamo il dovere di non guardare al consenso immediato, ma alla salute dei cittadini italiani.
Per questo il PD ha sostenuto con forza questa legge, perché i fatti non sono opinioni.

Bandi e opportunità

Sgravi Assunzione Giovani
Decontribuzione per chi assume un giovane che ha svolto in quell’azienda alternanza scuola/lavoro o tirocini, entro sei mesi dal titolo di studio. [leggi]

Bonus nido 1000,00 €
Alternativo al voucher baby sitter e alla detrazione fiscale. [leggi]

Bando progetti contro la violenza sulle donne
È online il nuovo bando del governo per il finanziamento di progetti per la prevenzione e il contrasto della violenza sulle donne. Disponibili 10 milioni di euro. [leggi]

Parliamone. L’appello sulla rivista Leftwing

Il 15 e 16 luglio sono stata alla V festa della rivista Leftwing. È stata una bella occasione per un confronto con alcuni dei personaggi più importanti della politica italiana ed europea, come il Ministro Padoan, Roberto Gualtieri, Matteo Orfini e Donal Sassoon.
Sulla pagina Facebook della rivista trovate tutti gli interventi dei tre giorni di dibattiti.
Sempre su Leftwing, pochi giorni fa, io ed altri giovani parlamentari del PD abbiamo lanciato un appello alla discussione su quanto fatto in questa legislatura, per la nostra generazione e per quelle che seguono, e su quanto rimane da fare. Sentiamo il bisogno di parlare di quelli che, a quattro anni di distanza, rimangono i grandi limiti dell’Italia per i giovani, a partire dai limiti alle ambizioni e aspirazioni personali, che spesso costringono alla fuga o, tremendamente, alla semplice rinuncia. Parliamone, parliamo insieme di come raddrizzare questa curva verso l’alto, insieme alle tante che già si sono rialzate. Lo faremo a Tarquinia, il 16 e 17 settembre.
Qui trovate il testo completo dell’appello da noi lanciato.

“Donne forti per un’Europa forte”. A Palermo con la Fondazione Ebert

Il 21 luglio sono stata a Palermo con la Fondazione Ebert, che da anni si occupa del ruolo e dei diritti delle donne per la costruzione di un’Europa in cui la parità di genere sia realtà. Con il Viceministro allo sviluppo economico, Teresa Bellanova, abbiamo discusso del grande potenziale che l’imprenditoria femminile ha nel nostro Paese e in particolare nel mezzogiorno, dove sempre più attività sono aperte dalle donne.
In questi anni sono state portate avanti molte politiche per le donne lavoratrici, a partire dalla cancellazione delle dimissioni in bianco, dall’estensione della maternità alle lavoratrici autonome fino all’aumento del congedo parentale e alla programmazione dei bonus mamme e bonus nido.
I dati sull’occupazione di giugno, che vedono l’occupazione femminile raggiungere il tasso record del 48,8%, sono la certificazione che abbiamo intrapreso la giusta strada. La prossima sfida saranno i servizi alla genitorialità, vero obiettivo delle prossime politiche per le famiglie. Perché nessuna donna deve essere costretta a scegliere fra il reddito e i figli: anche perché, ormai è dimostrato, sono le donne che lavorano quelle che riescono ad averli.

Il Ministro Galletti per la candidatura Unesco delle Alpi Marittime

Ho incontrato il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti assieme al Presidente del Parco delle Alpi Marittime, per parlare insieme della candidatura Unesco delle Alpi del Mediterraneo, che comprende il nostro Parco Regionale.
Un progetto importante e ambizioso per dare gambe a sostenibilità, salvaguardia e sviluppo del nostro territorio, un lavoro imbastito da tempo dal Parco, e su cui sapevamo esserci l’attenzione del Ministro.
Oggi ce l’ha pienamente confermata, visto anche che qualche giorno fa ha scritto una lettera al Principato di Monaco grazie al quale il progetto Alpi Marittime-Mercantour potrebbe avere una svolta decisiva.
Con Paolo Salsotto gli abbiamo chiesto di venire a visitare la nostra terra (speriamo con il principe monegasco) una volta formalizzata la candidatura Unesco. Per vincere una sfida come questa ci sarà però bisogno di un grande gioco di squadra, in cui ognuno di noi, ogni cittadino dovrà fare la sua parte. È un percorso che può diventare una bella pagina di buona politica per la nostra comunità.
Qui l’articolo de La Stampa [leggi]