Tag Archives: enti locali

Newsletter luglio/agosto 2016

Care tutte, cari tutti,
il mese che ci lasciamo alle spalle è stato intenso, a tratti preoccupante e doloroso, sia in chiave di politica nazionale che internazionale.
Qualcuno ha fatto una similitudine con l’estate di quindici anni fa: era il 2001 quando a Genova i temi con cui, tra dubbi e scontri, si apriva il nuovo millennio si chiamavano globalizzazione, neoliberismo, riscaldamento globale, disuguaglianza sociale, migrazioni. Rileggendo questo elenco, non sembra passato un giorno.
Oggi, siamo qui. Viviamo in qualche senso gli esiti di fenomeni che in quel momento iniziarono a mostrarsi con più chiarezza e ai quali le classi dirigenti che si sono susseguite non sono state capaci di rispondere con efficacia. Nuovi capitoli si sono poi via via aggiunti – dal ruolo di Russia e Stati Uniti, all’indebolimento dell’Unione Europea, fino alla Brexit, alla nuova fase del terrorismo e all’incognita turca – non fanno che consegnarci un puzzle globale sempre più sminuzzato e confuso.
In questo quadro, l’Italia sta facendo la sua parte con responsabilità. Ma certamente è l’Europa che va rifondata: il richiamo ai “valori” ed alla solidarietà – tanto enunciati a parole quanto sempre più largamente smentiti nei fatti – di certo non basta più.
Molte sono quindi le battaglie che ci attendono da settembre: in qualche modo, tutte si tengono insieme. Per contrastare i pericoli che ci stanno di fronte e iniziare finalmente a voltare le pagine rimaste a lungo in sospeso, servirà l’energia e il contributo di tutti.
Un caro saluto e buona estate.
Chiara

Qui è possibile leggere la newsletter completa

Nuova legge di bilancio: non solo “stabilità” ma obiettivi

Un’unica legge di Bilancio che comprende misure legislative e risorse insieme, per poter essere più semplice, trasparente e solo macro-economica. E’ il profondo mutamento con cui cambia la “legge più importante dell’anno”.
Significa puntare sulle priorità dell’intervento pubblico (tra cui quelle del benessere, dell’equità, della sostenibilità e della parità di genere) per consentire ai cittadini di seguire, e quindi verificare, come sono impiegate le risorse pubbliche. Siamo stati abituati negli ultimi anni a confrontarci con la “legge di Stabilità”: un moloch legislativo complicatissimo e indecifrabile, che spesso ha significato indebolire i grandi obiettivi in favore di rivendicazioni localistiche o micro-settoriali. Ora il meccanismo cambia, in meglio.
Importanti soprattuto due innovazioni, che segnano per me una rivoluzione culturale: entrano a pieno titolo il BES (indicatore di Bilancio Equo e Sostenibile) e il Bilancio di Genere, per cui ogni anno si dovrà fare il punto non solo in termini finanziari, ma anche sull’impatto che le politiche finanziarie hanno sulla qualità dei servizi pubblici, dell’ambiente, dell’inclusione sociale e della partecipazione femminile.
Scompaiono poi le fantomatiche “clausole di salvaguardia” che non verranno più lasciate in eredità a chi arriva dopo.
Infine, verrà garantito il rispetto delle scelte dei cittadini su 5 e 8 per mille, mentre verrà semplificato l’accesso alle banche dati per un costante monitoraggio.
Per chi volesse approfondire, abbiamo preparato un dossier (file pdf)

Focus: bilanci degli enti locali

Il Parlamento ha approvato modifiche in materia di equilibrio dei bilanci delle regioni e degli enti locali intervenendo sulla legge 24 dicembre 2012, n. 243, che attua il principio del pareggio di bilancio. Si tratta di innovazioni particolarmente attese dagli enti territoriali, per superare diverse rigidità e difficoltà applicative. Obiettivo: semplificare la vita ai comuni e alle regioni, chiarendo il quadro normativo e, soprattutto, garantire e agevolare la possibilità per gli enti locali di programmare le spese pubbliche territoriali, facilitando una politica espansiva. Leggi tutto

Approvato il decreto Enti Locali

Il Parlamento ha approvato la conversione in legge del decreto Enti locali.
Un provvedimento che comprende un insieme di interventi che riguardano i comuni, le regioni e la vita quotidiana dei cittadini, e che inizia a migliorare sostanzialmente la situazione per gli Enti. Obiettivo, arrivare a stabilire così una nuova alleanza tra Stato ed enti locali che renderà più semplice il rapporto con i cittadini. Leggi tutto

Chiusura degli uffici, Poste dovrà prima ascoltare le proposte degli Enti locali: una conferma importante

«Importanti e concrete novità arrivano per il nuovo contratto di programma tra Ministero dello Sviluppo economico e Poste: entro il 31 marzo 2016 i comuni e tutti gli enti locali potranno inviare a Poste Italiane l’elenco delle proposte per migliorare e potenziare il servizio sui territori, in particolare quelli montani e rurali. Un’occasione da cogliere ed utilizzare, per tutelare e migliorare il servizio rafforzando l’interazione tra la società e le istituzioni, a beneficio delle comunità e delle pubbliche amministrazioni.» lo comunicano in una nota la Vicecapogruppo PD alla Camera Chiara Gribaudo e il deputato Mino Taricco.

«Il Governo, rappresentato dal Sottosegretario del Mise Antonello Giacomelli, rispondendo ad un’interrogazione parlamentare, ha ribadito ciò che sosteniamo da tempo insieme ai territori: ovvero che la capillarità degli uffici non è un peso, bensì un asset strategico per l’azienda e per il Paese, così come già scritto nell’accordo nazionale del Mise con Poste. Ogni chiusura impoverirebbe quindi le opportunità di sviluppo dell’intera società.»

«Nel dettaglio – spiegano i deputati dem – il Sottosegretario ha precisato che, alla luce del nuovo accordo, prima di ogni decisione di riorganizzazione e rimodulazione, Poste dovrà valutare in maniera prioritaria le iniziative proposte da Enti e istituzioni territoriali in grado di aumentare la redditività della rete degli uffici postali. Il rapporto costi-ricavi non dovrà essere valutato sulla base di ogni singolo ufficio ma in un ambito territoriale più ampio.»

«In sostanza, come abbiamo detto dall’inizio, non solo gli uffici non devono essere chiusi, ma insieme agli Enti locali, Comuni e alle Unioni montane, le direzioni locali dell’azienda devono sedersi a un tavolo e concordare insieme un potenziamento dei servizi agli utenti, alle imprese, ai Comuni stessi. In Piemonte qualcosa si è già fatto. Vi sono però molti spazi per migliorare l’offerta. L’Autorità sulle Comunicazioni dovrà monitorare queste proposte e questi piani adeguati ai territori, in particolare montani e rurali. Come parlamentari del territorio, continueremo a vigilare che le opportunità vengano colte e le carenze di servizi risolte.» hanno concluso Gribaudo e Taricco.

20 novembre, Cuneo: il Vicesegretario nazionale del PD Lorenzo Guerini a Cuneo

2015.11.20_guerini_rid

Venerdì 20 novembre, alle ore 18,  il Vicesegretario nazionale del PD, Lorenzo Guerini, sarà a Cuneo per l’iniziativa organizzata insieme al Circolo cittadino dal titolo “Ricostruire il partito, ricostruire il Paese”. Sarà un’occasione per riflettere sulla legge di Stabilità che prevede importanti misure per i cittadini, gli enti locali e le imprese e sul ruolo che può e deve avere un partito radicato e di governo.
L’incontro si terrà presso la Sala del Centro Documentazione Territoriale CDT, in Largo Barale 11 – Cuneo [mappa]

A Saluzzo con gli Amministratori e la responsabile nazionale enti locali Valentina Paris

Il Circolo PD “Angelo Vassallo” di Saluzzo, Verzuolo, Valle Varaita e pianura ha inaugurato il suo ciclo di incontri con un tema di grande importanza per i nostri territori: il futuro degli Enti Locali. Ne abbiamo parlato insieme al Sindaco Calderoni e al consigliere regionale Paolo Allemano. Con noi la responsabile nazionale Enti Locali, Valentina Paris. Un’opportunità non solo per approfondire un tema complesso insieme a chi tutti i giorni amministra, ma soprattutto per noi rappresentanti per raccogliere elementi, impressioni e suggerimenti per il lavoro che ci attenderà, specie da qui a fine anno. Leggi tutto

17 settembre, Saluzzo: Enti locali, quale futuro?

L’incontro si terrà a ‎Saluzzo, con il circolo PD “Angelo Vassallo”, alle ore 21 all’Antico Palazzo Comunale di Saluzzo, Via Salita al Castello. [mappa]
Intervengono la responsabile nazionale Enti Locali Valentina Paris, la deputata e vice-capogruppo PD alla Camera Chiara Gribaudo, il sindaco Mauro Calderoni, il consigliere regionale Paolo Allemano e gli amministratori del territorio.
Parliamo del futuro degli Enti Locali e di come riformarli insieme, per migliorare il lavoro di chi amministra e la vita dei cittadini.