Tag Archives: Cuneo-Nizza

Il ministro Lupi assicura alle parlamentari Gribaudo e Manassero e all’assessore regionale Balocco: il finanziamento per la Cuneo-Nizza sarà nello “Sblocca Italia”.

Nel decreto “Sblocca Italia”, che recupera e fa ripartire una serie di progetti da tempo in attesa di essere portati a compimento, è previsto l’atteso finanziamento per il collegamento ferroviario tra Cuneo e Nizza.
Lo ha assicurato il ministro delle infrastrutture Maurizio Lupi alle parlamentari Patrizia Manassero e Chiara Gribaudo che lo hanno incontrato oggi accompagnate dall’assessore regionale ai trasporti Francesco Balocco.

Attendevamo questa buona notizia – commentano le parlamentari e l’assessore Balocco – e ora vigileremo che, in sede di conversione in legge del decreto al Senato e alla Camera, non si verifichino stravolgimenti”.

Il finanziamento, da tempo atteso, è fondamentale per realizzare i lavori di manutenzione della linea transfrontaliera, ora in funzione con velocità ridotta per motivi di sicurezza, e va di pari passo con una revisione della convenzione con la Francia, datata 1970, che disciplina oneri e competenze relativi al collegamento ferroviario.

Il Ministro ha preso anche l’impegno –assicurano Manassero, Gribaudo e Balocco– per calendarizzare un incontro a breve con Regione, Rfi e Trenitalia utile a verificare definitivamente lo spostamento delle attuali quattro coppie di Intercity dalla linea Torino-Genova alla Cuneo-Nizza”.

14 dicembre: Convegno Torino-Cuneo-Ventimiglia-Nizza

Un collegamento internazionale da salvaguardare e valorizzare” organizzato dal Gruppo Consiliare PD della Regione Liguria che si terrà il 14 dicembre alle ore 9,30 a Ventimiglia presso il Forte dell’Annunziata in Via Verdi.
Parteciperanno tra i relatori i sindaci Piero Fassino di Torino e Fausto Molinari di Airole, le Senatrici PD Donatella Albano e Patrizia Manassero, la Deputata PD Chiara Gribaudo, il Vicepresidente Regione PACA Jean -Yvet Petit, l’Assessore ai Trasporti della Regione Liguria Enrico Vesco, i Consiglieri regionali del PD del Piemonte Elio Rostagno e della Liguria Sergio Scibilia.

Il tavolo bilaterale Italia-Francia parli della Cuneo-Nizza

Questo mercoledì 20 novembre si terrà a Roma il vertice bilaterale Italia-Francia.
Molte le questioni sul tavolo: tra queste, chiediamo che un’attenzione particolare sia destinata alla Cuneo-Nizza.
Un collegamento ferroviario dall’importanza strategica sia su scala locale che nazionale, che in questi mesi ha infatti mobilitato in maniera congiunta istituzioni, associazioni e privati cittadini di entrambi i Paesi.
È necessario che in questa sede i Governi ridiscutano la Convenzione italo-francese 1970, con l’obiettivo di una divisione più equa di oneri e responsabilità tra i due Paesi e le tre Regioni interessate .
Una rinnovata collaborazione che trova già localmente ampi spazi di accordo tra le Parti (dimostrato anche dalle recenti disponibilità della regione PACA a contribuire al ripristino), e che è necessario si replichi anche sul tavolo intergovernativo.
I nostri cittadini e le istituzioni locali attendono oggi un segnale forte ed un impegno concreto.
Confidiamo che questo, ora, possa prontamente arrivare.

Pieno sostegno alla manifestazione di oggi: cerchiamo soluzioni lungimiranti

Desidero esprimere il mio pieno sostegno alla giornata di mobilitazione indetta per oggi 15 novembre da Federazione Studenti, sindacati e movimento a salvaguardia della Cuneo-Nizza, in quella che sarà una giornata di dibattito su questioni importanti.
In particolare: la mobilità, la scuola e il lavoro.
Tutti ambiti su cui spesso sono pesati tagli più o meno arbitrari a scapito di qualità e servizi.
L’ipotesi della Provincia di “settimana corta” per le scuole, che taglierebbe così i trasporti del sabato, è solo l’ultimo esempio degli escamotage ragionieristici con cui si pensa di fare cassa.
Una decisione arrivata dall’alto, senza un confronto con chi vive la scuola ogni giorno, e senza una reale valutazione delle conseguenze per la didattica e per le famiglie.
Quello che mi auguro allora, per la scuola, così come per il lavoro e per la nostra Cuneo-Nizza, è che a vincere non siano ancora una volta logiche di puro risparmio, ma soluzioni lungimiranti, che passino attraverso un reale coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.