Tag Archives: Camera Deputati

Contrasto alla povertà: sì ad una legge attesa ed indispensabile

Finalmente, l’Italia avrà un vero ed unico intervento contro la povertà. Alla Camera, abbiamo approvato misure che servono per dare un reddito di inclusione e più servizi sociali a chi vive in povertà assoluta, a partire dalle famiglie numerose o con figli disabili e dai disoccupati over 55. Sono intervenuta in Aula, per sottolineare la portata storica di un provvedimento che mette 1 miliardo e 600 milioni (che andranno certamente aumentati) là dove in passato i fondi sul sociale erano stati portati quasi a zero. Un intervento che non è solo economicistico, ma chiude l’approccio emergenziale e settoriale ponendo rilanciando una riforma organica e strutturale di tutti i servizi, avendo come obiettivo la dignità delle persone.

Leggi tutto

Approvato il decreto Enti Locali

Il Parlamento ha approvato la conversione in legge del decreto Enti locali.
Un provvedimento che comprende un insieme di interventi che riguardano i comuni, le regioni e la vita quotidiana dei cittadini, e che inizia a migliorare sostanzialmente la situazione per gli Enti. Obiettivo, arrivare a stabilire così una nuova alleanza tra Stato ed enti locali che renderà più semplice il rapporto con i cittadini. Leggi tutto

Il mio intervento nel dibattito sul Ddl Povertà

Questa mattina, sono intervenuta nel dibattito sul ddl Povertà. Ecco qui il video dell’intervento e il resoconto delle agenzie stampa.

Roma, 14 lug. (askanews) – “Il disegno di legge sul contrasto alla povertà rappresenta un primo passo nella direzione giusta. Si tratta di una misura basata sia su trattamenti economici, sia sull’azione della rete dei servizi sociali. Non un intervento solo economico, quindi, né tanto meno assistenzialistico, ma un approccio che ha come obiettivo la dignità delle persone”. Lo ha detto Chiara Gribaudo, vicepresidente del gruppo Pd durante l’intervento in Aula per la dichiarazione di voto sulle pregiudiziali di costituzionalità al ddl sul contrasto alla povertà. “Con questo provvedimento – ha proseguito Gribaudo – l’Italia chiude definitivamente il periodo delle sperimentazioni nella lotta alla povertà e l’approccio emergenziale; e lo fa con stanziamento che non hanno precedenti nella storia del Paese. Il nostro impegno non finisce qui e provvedimenti ulteriori dovranno consentire di raggiungere, progressivamente, tutte le persone in condizione di povertà. Intanto, però, si rende chiara la direzione di marcia e cioè la scelta di realizzare la graduale estensione della platea e l’incremento del Fondo. Vorrei ricordare ai colleghi della Lega che lo spirito della legge 328 del 2000, un grande progetto riformatore dei servizi sociali, si è gradualmente disperso a causa delle scelte fatte dai governi di destra che si sono succeduti dal 2000 e che hanno tagliato i fondi per il sociale fino a portarli quasi all’azzeramento”. “Adesso – ha detto ancora l’esponente Pd – andava fatta una scelta individuando le priorità da cui partire. Tra queste, noi abbiamo indicato la povertà minorile, i nuclei familiari con minori o con disabili gravi, donne in stato di gravidanza e persone di 55 anni disoccupate. In conclusione, parliamo di come prosciugare la pozza del disagio senza gettare slogan per confondere le acque o proporre velleitariamente sistemi mai sperimentati in nessuna parte del mondo. Non è di recinti e di propaganda che abbiamo bisogno per costruire più inclusione e più sicurezza sociale”.

Unioni Civili: finalmente il sì definitivo. Cambia la vita alle persone

unionicivili
Felice ed orgogliosa: alla Camera abbiamo finalmente approvato la Legge sulle Unioni Civili.
Si tratta di un provvedimento importantissimo proprio per chi crede che debba essere il primo passo. Per molte donne e uomini, intanto, da oggi cambierà la vita. In meglio. Questo è ciò che rimarrà, al di là delle nostre piccole polemiche di giornata, e che lascerà davvero un segno lungo nel tempo. Ora non bisogna accontentarsi ma continuare, perchè di strada da fare ce n’è sempre molta. A partire dalle adozioni, presto in Aula alla Camera. Leggi tutto

Acqua bene comune e diritto universale: ok convinto alla legge

Una legge per l’acqua di buona qualità, erogata senza interruzioni e ad un costo sostenibile. Dopo la proposta di legge di iniziativa popolare presentata nel 2007 e il referendum del 2011, la Camera ha approvato la legge che definisce i princìpi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque riportando il tema all’interno dell’ordinamento europeo. Cuore della legge è la definizione dell’acqua come bene naturale e diritto umano universale. Il provvedimento ora passa al Senato per l’approvazione definitiva.
Ecco alcuni dei punti principali:
• il diritto all’acqua potabile di qualità e ai servizi igienico-sanitari deve essere garantito senza interruzioni;
• l’acqua è un bene comune e tutte le acque superficiali e sotterranee sono pubbliche e non mercificabili;
• l’acqua costituisce una risorsa che è salvaguardata e utilizzata secondo criteri di efficienza e solidarietà, responsabilità e sostenibilità;
• l’erogazione giornaliera per l’alimentazione e l’igiene umana, in quanto diritto umano universale, si basa sul quantitativo minimo vitale gratuito di 50 litri giornalieri che viene garantito anche in caso di morosità;
• l’uso dell’acqua per il consumo umano è prioritario rispetto all’uso per l’agricoltura e per l’alimentazione animale; per tutti gli altri usi è favorito l’impiego dell’acqua di recupero.

Alla Camera, abbiamo presentato il bel libro sull’autismo del monregalese Maurizio Arduino

Unknown

Alla Camera dei Deputati, nello splendido contesto della Sala del Cenacolo, abbiamo presentato il libro “Il bambino che parlava con la luce” del monregalese Maurizio Arduino, psicologo e psicoterapeuta.
All’iniziativa, in occasione della Giornata di Consapevolezza sull’Autismo indetta dall’ONU, hanno preso parte esperti ed operatori del settore, il Sottosegretario Davide Faraone e la Vicepresidente della Camera, Marina Sereni.
Ho voluto organizzare questo momento, perchè l’autismo è un tema su cui serve sensibilizzare tutti e non solo le persone che lo vivono, come familiari e operatori del settore. Per questa ragione ho scritto alla presidente della Camera Laura Boldrini che si è resa subito disponibile a promuovere la presentazione di questo libro. Il lavoro di Maurizio Arduino è un esempio e fonte di orgoglio per tutto il nostro territorio: un lavoro la cui qualità è stata riconosciuta anche dal Sottosegretario Faraone. Ne è nato un libro accessibile a tutti, non solo agli addetti ai lavori, che raccoglie quattro storie vere di persone affette da autismo, accompagnate dall’infanzia all’età adulta, con le fatiche ma anche i successi di ogni giorno, a che con un esito pieno di fiducia per il futuro.
Fino a pochi anni fa di autismo si parlava poco le famiglie erano il più delle volte lasciate sole, la diagnosi era spesso tardiva e questo rendeva tutto più complicato. Oggi molta strada è stata percorsa, grazie al lavoro di tanti soggetti: famiglie che non si sono arrese, operatori e operatrici che hanno saputo innovare metodi e strumenti di diagnosi e cura, associazioni di volontariato che hanno raccolto gli sforzi dei genitori e le hanno incanalate in una miriade di iniziative positive, insegnanti che si sono messi in gioco studiando e inventando metodologie per l’inserimento dei ragazzi affetti da autismo.
Anche Parlamento e governo hanno cercato di fare la loro parte in questa Legislatura abbiamo votato una legge sull’autismo e presto discuteremo anche una legge sugli educatori. Stiamo facendo grandi passi in avanti ma la strada è ancora lunga. Per questo, a partire dalla prossima giornata mondiale, continueremo a lavorare.
Perché l’autismo si sfida e si vince tutti i giorni.

30/03 alla Camera, presentazione libro sull’autismo: “Il bambino che parlava con la luce”

INVITO_2016-03-30_Blulibretto_WEB
Domani, 30 marzo, in vista della Giornata mondiale di Consapevolezza sull’autismo, alla Camera presentiamo il libro del monregalese Maurizio Arduino dal titolo «Il bambino che parlava con la luce. Quattro storie di autismo» (Einaudi, 2014). Dialogheranno con l’autore esperti del settore, la Vicepresidente della Camera, Marina Sereni, e il Sottosegretario al MIUR, Davide Faraone.