Tag Archives: Borgo San Dalmazzo

Borgo San Dalmazzo, Cavalierato ad Antonio Chinaglia: un esempio per i giovani

chinaglia

Antonio Chinaglia è stato finalmente insignito del titolo di Cavaliere della Repubblica. Insieme al Comune di Borgo, abbiamo molto lavorato perché tale onorificenza potesse giungere presto, e sono ora molto felice.
Innumerevoli sono i suoi meriti che tutti noi, borgarini e non, ben conosciamo: innanzitutto quelli da lui dimostrati nella Lotta Partigiana, nel corso della quale, con il nome di “Lince” si è distinto come pochi altri sia nelle azioni militari sia in quelle di assistenza e supporto alla popolazione civile. Un valore ed un impegno civico che per Antonio Chinaglia non è terminato con la Liberazione: anzi, con la nascita della Repubblica si è ulteriormente rafforzato, concretizzandosi nel suo impegno nelle associazioni combattentistiche come l’ANPI e per tutta la comunità. Per questo il conferimento del cavalierato ha un significato speciale: testimonia il riconoscimento non solo nostro, ma insieme dell’intera Repubblica per la sua incomparabile dedizione agli altri e per l’opera trasmissione della memoria e dei valori di democrazia e libertà di cui è stato instancabile promotore, specie nei confronti dei più giovani. Un ulteriore ragione, per me e per tutti noi, per cui Antonio Chianaglia rappresenta, tanto più oggi, un esempio da seguire.

Importantissimi fondi a Borgo San Dalmazzo per la sicurezza delle scuole (1,6 mln) e lo sport (146mila + 30mila)

Numeri “pesanti” e importantissimi (in totale, quasi 1,8 milioni di euro) testimoniano il deciso cambio di passo che il Governo nazionale e regionale del PD stanno imprimendo, con concretezza e al fianco degli enti locali.
Numeri che non si vedevano da un po’, e che consentiranno anche a Borgo San Dalmazzo di fare rilevanti interventi in due degli ambiti più importanti per la salute e il benessere delle giovani generazioni, come l’edilizia scolastica e lo sport. Non posso che esprimere tutta la mia soddisfazione per questi risultati, nati dalla positiva collaborazione tra i diversi livelli istituzionali. Leggi tutto

24 – 25 aprile tra Boves, Cuneo, Borgo San Dalmazzo: ricordo non solo da celebrare, ma da “vivere”

2015.04.24_resitenzaCuneo

Le giornate del 24 e 25 aprile sono state un vero ed emozionante turbine. Venerdì sera sono stata a Boves dove il Consiglio comunale ha conferito la cittadinanza onoraria al partigiano Calisto Giovanni. Poi subito alla tradizionale fiaccolata di Cuneo, anche quest’anno molto partecipata e suggestiva. Ma le emozioni più forti me le riserva sempre la mattina del 25, nella “mia” Borgo San Dalmazzo: prima alla Rotonda Alpi Marittime per commemorare le brigate partigiane delle Valli Gesso, Vermenagna e Pesio. Per proseguire poi, in corteo attraverso la città, alla volta del Sacrario Partigiano dove abbiamo ricordato le vittime della fucilazione del 2 maggio 1944; infine in piazza don Viale presso la stele ebraica che ricorda l’aiuto dato ai profughi in fuga dalla persecuzione nazista. E’ stato bellissimo soprattutto vedere i giovani alunni delle medie portare in corteo la bandiera dell’ANPI locale: sui tanti volti, di tutte le età, c’era il significato vero di una ricorrenza civile che ha senso solo se “vissuta” e rinnovata ogni giorno. Ho voluto lasciare anche un pensiero, oltre ai partigiani presenti, anche a chi oggi non c’è più, come il caro Poldo. Con in mente il loro insegnamento, è stato davvero il giorno in cui ricordare da dove veniamo, per costruire così il nostro futuro. Anni di lotta che devono essere un monito per costruire oggi un’Europa di pace, mantenendo vivi i valori di libertà e di democrazia, ma anche di solidarietà tra i popoli.

Alpiniadi estive a Borgo San Dalmazzo: un grande successo

Grande successo per la prima edizione delle Alpiniadi Estive a Borgo San Dalmazzo! In migliaia tra atleti, accompagnatori, appassionati hanno festosamente “invaso” le nostre città e sono stati accolti dall’affetto della nostra gente e certamente dalla bellezza di nostri territori. Nel corso dei quattro giorni di manifestazione, sono stati moltissimi gli eventi sportivi e non, tra Borgo San Dalmazzo, Cervasca, Limone Piemonte e Chiusa Pesio. A due anni dalla prima edizione invernale, siamo stati davvero orgogliosi e onorati di ospitare questo evento e di accogliere tutti loro per questo “momento di incontro, aggregazione e solidarietà.”
Leggi tutto

Oggi ho rassegnato le dimissioni da Assessore: ringrazio il sindaco Beretta e i miei concittadini per la fiducia

Questa mattina ho presentato al Sindaco di Borgo San Dalmazzo, Gian Paolo Beretta, le mie dimissioni dal ruolo di Assessore Comunale.
Una decisione meditata sin dalla mia elezione alla Camera dei Deputati e che, di comune accordo col Sindaco, era rimasta sospesa per consentire di portare a conclusione alcuni impegni che l’Amministrazione, ed io personalmente, avevamo assunto di fronte i cittadini.
Voglio ringraziare sentitamente il Sindaco Beretta, i colleghi assessori e i consiglieri per il lavoro fatto fin qui insieme.
Un lavoro che non si interrompe ma che anzi, ne sono certa, in questo modo potrà proseguire ancora più intensamente, ognuno secondo le proprie responsabilità, nell’interesse della nostra comunità. Un ultimo ringraziamento va ai miei concittadini che due anni fa, e in molte occasioni successive, mi hanno rinnovato la loro fiducia e il loro affetto. A loro la promessa di un ancor maggiore impegno, a Roma come a Borgo San Dalmazzo, per onorare le responsabilità cui sono chiamata e per ben rappresentare il mio territorio, in virtù dei valori di onestà e laboriosità che anche da loro ho potuto imparare.

Il Sindaco Beretta ha dichiarato: «Prendo atto, con rincrescimento, delle dimissioni dell’assessore Chiara Gribaudo. Desidero ringraziarla per il lavoro svolto con passione, competenza e dedizione nell’interesse esclusivo della città e del bene comune. Sono certo che Chiara continuerà, come ha sempre fatto in modo eccelso, ad impegnarsi, in qualità di deputato, per la crescita e lo sviluppo del nostro territorio.»

La Giornata della Memoria

La Giornata della Memoria, lo scorso 27 gennaio, per me è stata la prima trascorsa tra i banchi in Parlamento. E’ stato davvero emozionante e significativo avere la fortuna di fermarsi a riflettere, come ognuno di noi, in un luogo così significativo. Il Ricordo delle atrocità della Shoah e della guerra era però già incominciato nei giorni precedenti, come ogni anno, sul territorio. Gli atti vergognosi di quegli stessi giorni a Roma, contro la Sinagoga e contro le sedi PD, dimostrano quanto non si possa dare mai nulla per scontato e quanto non vada mai abbassata la guardia, coltivando un passo dopo l’altro il rispetto, senza cui non non si costruisce, anche oggi, nessuna pace.

Leggi tutto

Fiera Fredda, un grande onore ricevere la “Lumaca d’oro”

Giunta alla sua 444^ edizione con il riconoscimento di Fiera Nazionale ed il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, la Fiera Fredda di Borgo quest’anno arriva finalmente a quel pieno riconoscimento nazionale che le spetta.
Sono contenta di aver potuto sostenere questa scelta perchè sono convinta che questa sia la strada per far crescere ancora questa importante manifestazione, puntando sempre di più sulla sua dimensione transfrontaliera ed internazionale.

Leggi tutto

Scegliere ed impegnarsi

Fare politica significa stabilire delle priorità, personali e collettive.
Stasera la mia scelta -doverosa- è stata partecipare al Consiglio Comunale, anche rinunciando al più visibile invito in tv.
Lì nella seduta, invece, è emersa nuovamente con forza la priorità collettiva per cui tutti ci dobbiamo mobilitare: sostenere i comuni e le realtà locali virtuose, allentando da subito il patto di stabilità per sbloccare investimenti e dare lavoro, asfaltare strade, ripristinare servizi, sburocratizzare laddove necessario.
Dibattito difficile perché la rabbia è alta, e noi, nuove generazioni impegnante in politica ci portiamo tutte le inefficienze e false promesse tradite del passato.
Noi ci mettiamo la faccia, a differenza dei tanti big (e non) passati prima di noi.