Stop all’aumento aliquota una grande vittoria, ora migliorare il testo alla Camera

Con il comma 521 del maxiemendamento alla legge di Stabilità approvato nella notte al Senato, arriva finalmente lo stop che avevamo fortemente richiesto all’aumento dell’aliquota previdenziale per i titolari di partita iva iscritti alla gestione separata INPS. È una grande vittoria per tutti coloro che hanno condiviso questa nostra battaglia di principio e di sostanza. Voglio per questo ringraziare particolarmente l’associazione Venti Maggio e tutte le associazioni di Alta Partecipazione per il grande contributo che hanno dato” ha dichiarato l’on. Chiara Gribaudo, promotrice nelle scorse settimane dell’iniziativa.

Il blocco dell’incremento dell’aliquota deve essere, tuttavia, soltanto il primo passo verso una riforma organica del sistema previdenziale e assistenziale delle partite iva iscritte alla gestione separata INPS. Una riforma che dovrà pensare da una parte a garantire anche a questi lavoratori la possibilità di accedere a prestazioni assistenziali adeguate e, dall’altra, un alleggerimento della pressione fiscale e contributiva che sui bassi redditi – specie quelli di giovani, donne e nuove professioni – sfiora il 50%.

Alla Camera dovremo ora provare ad inserire altri correttivi per allargare gli ammortizzatori sociali a tutti i lavoratori iscritti alla gestione separata, per applicare gradualmente la riforma Fornero evitando di perdere decine di migliaia di posti di lavoro, per reintrodurre il regime fiscale dei “contribuenti minimi”, per prorogare i contratti per i precari della Ricerca e della pubblica amministrazione.” ha concluso l’on. Gribaudo.

Vedi articolo su Contratti a Progetto e Partite Iva: nella Legge di Stabilità il PD faccia sul serio. Stop all’aumento dell’aliquota INPS

Submit a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *