Burgo, Alstom e Buitoni, salvaguardare il lavoro

Casi diversi ma di pari importanza per il futuro dell’industria nel cuneese. Su tutti chiediamo l’attenzione del governo.
La Burgo di Verzuolo ha da poco comunicato l’intenzione di fermare la sua “linea 8”, iniziando così le procedure per il licenziamento di 143 dipendenti. Credo che un grande gruppo della carta, che fa della responsabilità sociale e ambientale i suoi biglietti da visita, sappia bene che disinvestire, alla lunga, è una scelta perdente. Ogni possibile soluzione e innovazione che permetta di recuperare posti di lavoro alla Burgo di Verzuolo deve avere l’attenzione che merita: questo è stato l’indirizzo adottato anche dalla Regione Piemonte e dell’Assessore Gianna Pentenero, che mercoledì 11 ottobre ha incontrato i vertici dell’azienda. Chiederemo l’attenzione del governo, così come già fatto per lo stabilimento Alstom di Savigliano. L’azienda francese sta procedendo alla fusione con il gruppo tedesco Siemens: ne verrà fuori il più grande gruppo europeo per la produzione di treni. Nell’accordo che si andrà a stringere fra i due, i 2700 operai italiani, molti dei quali impiegati a Savigliano e a Sesto San Giovanni, devono assolutamente essere salvaguardati. Sull’argomento, assieme al collega Taricco, abbiamo già presentato un’interrogazione parlamentare per sensibilizzare il Ministro Calenda.

Disciplina delle imprese culturali e creative

La proposta di legge, approvata il 26 settembre 2017 alla Camera dei deputati in prima lettura, è finalizzata a rafforzare e qualificare l’offerta culturale nazionale e a promuovere e sostenere l’imprenditorialità e l’occupazione, in particolare giovanile, mediante il sostegno alle imprese culturali e creative.

Leggi il dossier

Modifiche al codice antimafia

La Camera dei deputati ha approvato in via definitiva le modifiche al codice delle leggi antimafia. La legge ha avuto un iter molto complesso: nata da una proposta di iniziativa popolare di Cgil, Libera, ACLI, ARCI, Avviso pubblico, Centro Studi Pio La Torre, Lega COOP, SOS Impresa, è stato poi affiancato da una proposta di legge che trae origine dal lavoro della commissione parlamentare Antimafia.

Leggi il dossier

Interrogazione al Ministro Minniti sulla gestione dei migranti

Mercoledì 20 settembre, nel corso del question time alla Camera, ho rivolto al Ministro Minniti un’interrogazione sulla gestione dei migranti nel Comune di San Germano Vercellese.

Qui puoi trovare il testo completo dell’interrogazione 

Qui puoi trovare il video del question time con la risposta del Ministro Minniti e la replica dell’On. Emanuele Fiano

Legge Fiano. Reato di propaganda nazista e fascista

Alla Camera abbiamo approvato in prima lettura la Legge proposta da Emanuele Fiano, per introdurre il Reato di propaganda nazista e fascista. Purtroppo le manifestazioni di odio che esaltano i totalitarismi del ‘900, legate alle vicende di attualità, si fanno sempre più frequenti, e occorre dare maggiore forza al contrasto di questi fenomeni e alle prescrizioni della Legge Mancino.

QUI il dossier sul testo di legge