Newsletter luglio 2017

Cari e care,
il caldo a luglio non è mai una faccenda secondaria, ma quest’anno abbiamo battuto ogni record. A causa della follia umana, che per noia o tornaconto appicca il fuoco nei boschi riarsi dalla siccità, gli incendi hanno divorato migliaia di ettari di aree verdi nel nostro Paese, lambendo molte delle nostre città. Contro questi atti criminali non basta che l’Italia abbia la più grande flotta di Canadair del mondo, ma serve la sensibilità e l’attenzione di ogni cittadino a vigilare sul nostro patrimonio naturale. La stessa attenzione dobbiamo riservarla all’acqua, per la quale molte zone del paese sono in emergenza. Anche nel territorio cuneese stiamo affrontando una discussione su questo tema, per rendere più efficiente la gestione di questa risorsa preziosa. Ma la prima sfida contro lo spreco dell’acqua è nelle nostre case e in agricoltura: più efficienti riusciremo ad essere nel nostro piccolo, più riusciremo a tutelare i nostri fiumi e le nostre fonti.
Per fortuna, non ci sono solo emergenze, ma anche buone notizie. I dati del mese ci dicono che l’occupazione, lentamente, continua a crescere; la crescita si consolida; gli ordini dell’industria e i consumi aumentano. Eppure per molti questi dati non sono sufficienti, perché ancora nella vita reale delle persone non si nota la differenza con gli anni più bui della crisi. Sappiamo bene che la sfida per trasformare quei numeri in occupazione e benessere reale passa da quanto riusciremo a fare nei prossimi mesi, e in particolare sulla Legge di Bilancio. Il 22 luglio scorso mi è stata affidata la guida del Dipartimento Lavoro del PD: so che non sarà una piccola responsabilità affrontare questa sfida, ma sono sicura che con l’ascolto, il dialogo e la condivisione riusciremo a trasformare questa ripresa economica in una nuova stagione di speranza per tutti gli italiani, e in particolare per i più giovani. In tanti mi avete già scritto per questo incarico, e con tanti ho già potuto confrontarmi: voglio ringraziarvi tutti, perché i risultati si raggiungono quando le idee diventano progetti collettivi.

Qui è possibile leggere la newsletter completa

Submit a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *