Category Archives: documenti

Legge Fiano. Reato di propaganda nazista e fascista

Alla Camera abbiamo approvato in prima lettura la Legge proposta da Emanuele Fiano, per introdurre il Reato di propaganda nazista e fascista. Purtroppo le manifestazioni di odio che esaltano i totalitarismi del ‘900, legate alle vicende di attualità, si fanno sempre più frequenti, e occorre dare maggiore forza al contrasto di questi fenomeni e alle prescrizioni della Legge Mancino.

QUI il dossier sul testo di legge

Approvato alla Camera il reato di tortura

La proposta di legge di iniziativa parlamentare, approvata definitivamente alla Camera dei deputati oggi, introduce nel nostro codice penale il reato di tortura, così come previsto dall’ordinamento internazionale.

Qui tutte le info

Legge Aree Protette, un impegno per salvaguardare le Alpi Marittime

Questa settimana alla Camera abbiamo approvato la nuova legge sui parchi, che regola il percorso per la collaborazione istituzionale fra parchi di paesi confinanti, come i nostri due gioielli. Non solo: dopo che la legge sarà definitivamente approvata al Senato, inizierà il percorso per la creazione di nuovi parchi Nazionali. Con un ordine del giorno, ho voluto chiedere al governo l’impegno a valutare la trasformazione anche del nostro Parco Regionale, perché le Alpi Marittime ricevano tutta la legittimazione necessaria in una sfida così importante come quella per diventare patrimonio dell’Umanità.

E anche per questo ho messo l’accento su una questione che mi sta molto a cuore e di cui in questi mesi si è parlato anche a sproposito: ho chiesto che all’interno delle aree protette non possa esserci nessun sito di smaltimento di rifiuti pericolosi, come poteva accadere a Roaschia per l’amianto.

Per la nostra terra non vogliamo discariche di amianto, ma un grande Parco Internazionale delle Alpi Marittime e del Mercantour: un’area protetta transfrontaliera tra le più grandi d’Europa, che venga riconosciuta come patrimonio dell’Unesco.
Il governo ha accolto questi impegni. Vorrei che ora si mettesse la parola fine alle polemiche e alle strumentalizzazioni che hanno avvelenato, quello sì, il dibattito di questi mesi. Mettiamoci invece a lavorare per valorizzare un patrimonio unico al mondo: possiamo farlo solo tutti assieme.

Qui il dossier con tutte le novità della nuova legge.

Qui sotto l’articolo de La Stampa a proposito del nostro Parco.

Approvata la riforma del Processo Penale

Oggi alla Camera abbiamo approvato in via definitiva la modifica dell’ordinamento penale, sia sostanziale sia processuale, nonché dell’ordinamento penitenziario.Si tratta del risultato di un approfondito lavoro durato tre anni, iniziato dalla Camera dei deputati e proseguito dal Senato, che affonda le proprie radici nei lavori di quattro Commissioni ministeriali di studio. Oltre all’introduzione di una nuova causa di estinzione dei reati perseguibili a querela, a seguito di condotte riparatorie, il provvedimento interviene sulla disciplina di alcuni gravi reati contro il patrimonio, furto in abitazione e scippo, rapina ed estorsione, inasprendo le sanzioni penali. Particolarmente significativa è poi la modifica alla disciplina della prescrizione. Il provvedimento, inoltre, attraverso un’ampia e dettagliata delega al Governo, interviene sul regime di procedibilità di alcuni reati, sulla disciplina delle misure di sicurezza, anche attraverso la rivisitazione del regime del cosiddetto doppio binario, e sul casellario giudiziario. Il testo contiene poi modifiche di natura processuale volte a velocizzare i tempi del processo con particolare riguardo alle impugnazioni. Il provvedimento conferisce al Governo deleghe specifiche e dettagliate in materia di intercettazioni di conversazioni o comunicazioni e per la riforma dell’ordinamento penitenziario attraverso, fra gli altri, la revisione dei presupposti di accesso alle misure alternative e ai benefici penitenziari, l’incremento del lavoro carcerario, la previsione di specifici interventi in favore delle donne recluse e delle detenute madri.

Qui disponibile il dossier completo sul provvedimento.

 

Manovrina 2017, tutte le novità

Oggi alla Camera abbiamo approvato la conversione in legge del decreto 50/2017, contenente misure correttive alla finanza pubblica per un importo di circa 3,1 miliardi di euro.

Le misure adottate dal governo e modificate e integrate con il lavoro del Parlamento sono molte, e ne trovate una sintesi qui. Personalmente sono felice che sia stato approvato un mio emendamento per aumentare il Fondo per il diritto al lavoro dei disabili. Allo stesso tempo, è stata finalmente riparata una situazione che in più occasioni ho tentato di risolvere, ovvero la disponibilità dell’imposta di soggiorno anche per quei comuni che non l’avevano introdotta prima del blocco delle imposte. Contestualmente alla nuova disciplina sulle locazioni brevi, i comuni potranno anche recuperare questa capacità impositiva, importante per dare servizi ai cittadini e salvaguardare il proprio patrimonio culturale.

La legge contro il cyberbullismo

Oggi alla Camera abbiamo approvato all’unanimità la nuova legge contro il #cyberbullismo, necessaria per dare ai minori gli strumenti per difendersi dai coetanei che, attraverso i social network o qualsiasi piattaforma digitale, li diffamano, li aggrediscono, li ricattano e li gettano in una voragine di disperazione, impotenza o vergogna, che spesso si trasforma in tragici fatti di cronaca. I siti su cui circolano dati o contenuti personali saranno obbligati a rimuoverli, altrimenti interverrà il Garante della Privacy.
È una legge fatta non tanto per punire chi distrugge una vita quasi inconsapevolmente, ma per prevenire e rieducare attraverso la scuola, con un referente dedicato in ogni istituto, attraverso gli stessi social che dovranno promuovere campagne informative, e con il sostegno alla Polizia Postale.
Prima di arrivare al penale, un minore deve avere la possibilità di imparare dove ha sbagliato, ma l’obiettivo vero di questa legge è arrivare prima: prima che si scambi una vita per un gioco, solo perché è online.
Dossier