Aggiornamento: mozione per la minoranza yazida

IMG_2016-05-26 17:21:44 (1)

Vi avevo detto che avrei continuato a seguire la complessa situazione della minoranza yazida, nel Kurdistan iracheno: l’emergenza sfollati e i rischi per le minoranze sono gravi, in particolare per le donne Yazide ridotte in schiavitù dagli uomini dell’ISIS subendo ogni tipo di violenze.
Oggi ho partecipato all’incontro con una delegazione di cinque alti rappresentanti del Parlamento federale iracheno ed esponenti della comunità, che sono a Roma per svolgere incontri istituzionali in collaborazione con la regione Friuli-Venenzia-Giulia – che con la presidente Serracchiani ha aperto un importante canale umanitario – e il MAECI.
Come forse ricorderete, lo scorso 5 maggio sempre alla Camera avevamo già avuto un incontro con Nadia Murad, giovane donna ed attivista, sopravvissuta al genocidio e a terribili violenze. In quell’occasione, insieme ai colleghi della commissione Esteri avevo preso l’impegno di lavorare ad una mozione che riconosca ufficialmente tale genocidio (sarebbero circa 40 le fosse comuni e sono ancora 3.500 le prigioniere in mano al Daesh). Oggi abbiamo elaborato un testo da portare quanto prima all’attenzione del Governo.

Submit a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *